Dating online: la nuova frontiera delle relazioni

L’anno è appena iniziato. Proprio in questo periodo si assiste al “peak moment”, ovvero al picco massimo di iscrizioni sui siti e sulle app di incontri.  Ma cerchiamo di capire il motivo per cui succede e ad aiutarci è la prof.ssa Maria Beatrice Toro in questa intervista sul Fatto Quotidiano.it a cura di Sabina Cuccaro.

Risultati immagini per il fatto quotidianoQuesto momento dell’anno è quello che segue proprio il periodo delle feste natalizie e Risultati immagini per dating on linedell’inizio di un nuovo anno tutto da scrivere; per i single queste occasioni sono sinonimo di solitudine -ci spiega la prof.ssa Toro. L’esperire questa condizione porta queste persone a cercare nuove relazioni per poter allargare i propri confini e cambiare la propria vita aggiungendo quel pizzico di magia in più.

Ma i siti di incontri funzionano veramente? In un sondaggio condotto sui social è emerso che la maggior parte delle persone considera questa modalità di ricercare relazioni come una “roba da sfigati”, oppure un semplice piano B per chi non riesce a conoscere nuove persone nel mondo reale.

20180117_152605

Eppure la ricerca scientifica ci propone dei dati sorprendenti: le persone che si incontrano online hanno più probabilità di essere compatibili di quelleche si  incontrano nella vita reale. E, ancora più sorprendente, i matrimoni che nascono dopo una conoscenza virtuale sono più duraturi di quelli, diciamo, iniziati virtualmente.

Risultati immagini per dating on lineQuando una persona cerca una relazione online privilegia quelli che sono gli aspetti più importanti per la durata del rapporto: capacità di comunicare apertamente con l’altro, complicità intellettuale e condivisione di valori -spiega la prof.ssa Toro. Inoltre, le persone che si rivolgono ai siti e alle app di incontri sono maggiormente interessate ad iniziare una relazione rispetto a chi si incontra casualmente nel mondo reale -conclude la prof.ssa Toro.

Naturalmente, questa modalità di iniziare una nuova relazione ha anche i suoi aspetti negativi ma il dating online sembra non essere appannaggio esclusivo di sfigati o provoloni che cercano del semplice sesso, ma racchiude piuttosto fascino, magia ed intrigo.

Annunci

Cambia la tua vita con le buone abitudini

20180110_125136.jpgIl nuovo anno è appena iniziato. Sfruttiamo al meglio ogni singolo istante poichè nei gesti che ripeti ogni giorno è nascosto il segreto della felicità. Ecco alcuni suggerimenti che ti aiuteranno a cambiare proposti dalla Prof.ssa Maria Beatricee Toro ,dalla Dott.ssa Maria Saccà e dal coach Mario Catarozzo che puoi trovare sulla rivista Donna Moderna, a cura di Ilaria D’amato.

donna moderna

Puoi iniziare subito prendendoti 5 minuti di tempo ed utilizzandoli per fare qualcosa che ti piace: fissarsi dei piccoli obiettivi è il primo passo per raggiungerli -spiega Catarozzo. Resisti alla tentazione di rispondere alle provocazioni ed impara a dire di no, dando le tue motivazioni: in questo modo ti sentirai forte per essere riuscita a dire la tua e a proporre alternative – spiega la dott.ssa Saccà.

20180110_125217.jpg

Vai a letto presto perchè il sonno garantisce una vita serena e lunga ed impara ad anticiparti di 5 minuti. In questo modo avrai modo di non precipitarti nell’agire ma di avere un margine di separazione che ti consentirà di non commettere gli stessi errori.

 

20180110_125243.jpg

Quando sei agitata ti capita di trattenere il fiato e di non sentirti bene? Punta la sveglia del telefonino ogni due ore per ricordarti di inspirare ed espirare. In questo modo riuscirai a riprendere il contatto con te stessa e ad allontanare i pensieri negativi che emergono -spiega la prof.ssa Toro.

Inizia a cambiare la routine anche nelle relazioni con gli altri: si alle coccole e alle cene a lume di candela con il partner; l’intimità favorisce il dialogo ed il confronto. Apriti agli sconosciuti scambiando piccole battute con il vicino in autobus o al supermercato: ti stupirai delle capacità relazionali che non credevi di avere!

Ma abbiamo tutto il tempo per cambiare in meglio la nostra vita: iniziamo ad appuntare 20180110_141401.jpgin agenda alcuni propositi per l’anno appena iniziato per sfruttare il cosiddetto “effetto farfalla”, secondo il principio per cui quello che fai oggi influirà sul tuo futuro.

Prova ad avvicinarti alla natura, ad esempio coltivando l’orto oppure regalati delle piccole passeggiate in bici: queste semplici attività hanno un impatto positivo sulla salute e sull’umore.

20180110_141430.jpgDai più spazio a te stessa: leggi poesie, impara parole nuove e ricorda sempre da dove vieni: è importante tenere a mente sempre tutta la strada percorsa fino ad oggi e le difficoltà che hai incontrato e come le hai superate. Dedica attenzione al tuo corpo ad esempio attraverso la pratica del bosy scan: ascolta i messaggi che arrivano poichè dicono sempre la verità -spiega la prof.ssa Toro.

Ed infine lascia fluire le emozioni, anche se negative e soprattutto perdonati perchè cambiare è difficile ma non impossibile; se non ci riuscirai subito non demoralizzarti e non mollare ma regalati una seconda chance!

 

 

Liberati dai “vampiri”!

 

imagesTi capita di provare un senso di pesantezza o di essere assalita da pensieri negativi quando incontri alcune persone? Può trattarsi di un familiare, di una collega o anche di un’amica; stiamo parlando dei cosiddetti “vampiri psichici”. Ce lo spiega la prof.ssa Maria Beatrice Toro sulla rivista Starbene, in un’intervista a cura di Sabina Cuccaro.

Risultati immagini per vampiri psichici

Si tratta di quelle persone che, nel rapporto, non danno nulla ma chiedono molto. Sono persone insofferenti che tendono a lamentarsi in continuazione e, proprio per questo motivo, si affidano a qualcun altro -continua la prof.ssa Toro. Questi “vampiri psichici” chiedono continuamente il tuo supporto senza mai essere soddisfatti di quello che dai e svalutano i tuoi tentativi di offrire aiuto. Sottolineano sempre quello che non hai fatto e/o non fai per loro oppure ringraziano e si fingono contenti lì per lì, per poi tornare ad assumere il solito comportamento svalutante. Si mostrano dipendenti da te in modo infantile ed utilizzano frasi precise come” Tu non mi capisci”, “Sei l’unica persona che mi può aiutare” per tenerti il più vicino possibile.

 

 

Risultati immagini per vampiri psichiciCome puoi difenderti? Impara a dire no quando i tuoi spazi vengono invasi dalle preoccupazioni per il tuo “vampiro psichico”. Non è necessario chiudere il rapporto ma piuttosto stabilire delle regole precise: esercitare quello che viene definito “distacco con amore” -spiega la prof.ssa Toro. Imponi dei limiti e motiva il tuo comportamento: fai capire all’altra persona che in questo modo non ti senti apprezzata e che il rapporto sta diventando frustrante per te. Smetti di dare consigli -conclude la prof.ssa Toro- e limitati all’ascolto: aiuterai il tuo “vampiro” ad assumersi le responsabilità delle sue azioni.

Potrei sentirti in colpa ma devi essere soddisfatta di te stessa perchè stai prendendo delle decisioni equilibrate.

 

 

Natale è alle porte:prepara il cuore

Viviamo in un mondo che si muove totalmente nella tecnologia ed ovunque siamo accompagnati dalla luce blu di smartphone e computer.

images

Ma proviamo, invece, a prestare attenzione alla fiamma di una candela- suggerisce la prof.ssa Maria Beatrice Toro in un’intervista sulla rivista Starbene a cura di Rossana Cavaglieri.

20171219_153215.jpg

La fiamma della candela sprigiona il suo calore gentile e rassicurante e d evoca parole antiche. Ci suggerisce promesse e speranza, tutte emozioni da vivere appieno in questo periodo dell’anno.  Questa lucina evoca l’attesa ed il senso di raccogliemento e sospensione che precede, solitamente, i momenti più significativi- spiega la prof.ssa Toro.

Accendi una candela e prepara il tuo cuore in vista del Natale.

La ruota dell’amore

L’inverno è ormai arrivato. E intorno a noi i colori si stanno spegnendo, le giornate si sono accorciate. Ma fermiamoci a guardare questo splendido esemplare di pavone che con la sua coda variopinta  si presenta come un vero e proprio inno alla vita.

20171115_172916.jpg

Questo uccello cosi elegante è il simbolo per eccellenza del narcisismo e della vanità- ci spiega la prof.ssa Maria Beatrice Toro in questa piccola intervista sulla rivista Starbene a cura di Rossana Cavaglieri.

Eppure, questa bellezza non è fine a se stessa ma è al servizio del corteggiamento e dell’amore. Quindi non pensiamo ad un semplice esibizionismo freddo e distaccato, ma piuttosto ad un amore che scalda il cuore e avvicina.

Relazioni mediate dal web

In un mondo dove tutto cambia ed è all’insegna della tecnologia, anche le relazioni interpersonali, inevitabilmente, assumono nuove forme e modalità.  Le persone cercano relazioni attraverso il web utilizzando, sempre più frequentemente, siti di incontri  che purtroppo si rivelano delle truffe in cui la persona viene aggirata.

La prof.ssa Maria Beatrice Toro, ospite di Mi Manda Raitre, parla di questo fenomeno ponendo l’accento su come sia cambiato il modo di relazionarsi all’altro. Attraverso le chat, ad esempio, tutto diventa più immediato, facile e gratificante già di per sé poiché l’altro è subito disponibile. Inoltre, la presenza di uno schermo preserva dai possibili rischi di una delusione e dalle altre criticità che può avere, al contrario, una relazione dal vivo.

Alleggerisci la tua vita

Parliamo (purtroppo) di rientri. Un recente report di eBay ha evidenziato che a luglio c’è stato un incremento nella richiesta e nell’acquisto di trolley di piccole dimensioni, Un indicatore chiaro di vacanze spartane, vissute in leggerezza. Ma la realtà è differente, proprio perchè  le nostre valigie vengono organizzate piuttosto secondo il motto “Non si sa mai”. Ed e così che finiamo per portare tantissime cose ed utilizzarne solo la metà.

20170905_141511

Come ci spiega la prof.ssa Maria Beatrice Toro- in vacanza ci sentiamo autorizzati ad essere e a mostrarci agli altri in modo più diretto e semplice. Al contrario nella quotidianità, l’‘abito  o gli accessori che indossiamo,  diventano una divisa che deve mostrare agli altri il nostro ruolo nella società, un qualcosa che deve corrispondere ad un modello riconoscibile da tutti. Ma tutto questo, non fa altro che alimentare stress perchè non ci permette di essere liberi fino in fondo, sempre alla ricerca spasmodica di maschere da indossare per ogni occasione che lo richiede.

Ma è importante sottolineare che spesso facciamo acquisti quando siamo insoddisfatti e agiamo per automatismo-ci spiega la dottoressa Gaia Vicenzi, responsabile di PsyModa. Questo avviene perchè lo shopping fa entrare in gioco l’ormone del piacere, la dopamina, e ci induce a comprare oggetti che non ci servono e che finiscono per toglierci l’aria.

Infatti vivere all’insegna della leggerezza è una grande prova: significa non avere paura di sè e degli altri, sentirsi adeguati e capaci di godere dell’essenziale, in totale sicurezza. Proprio come ha fatto la scrittrice Clara Bensen che nel suo libro “Io viaggio leggera” descrive la sua vacanza senza bagaglio ma solo con i vestiti indossati e poco altro. Una pazzia? Piuttosto una grande dimostrazione (seppur estrema) di leggerezza e di detox.

Ma da dove dobbiamo partire per conquistare la leggerezza e viverla? Possiamo partire dal fare a meno dei bijoux- ci consiglia la prof.ssa Maria Beatrice Toro-proprio perchè ci appesantiscono e bloccano alcuni nodi energetici importanti, come collo, polsi e caviglie. In questo modo finiamo Bloccati in un corpo ristretto, limitato, non libero. O cambiare le proprie abitudini per abbracciarne di più sane: piuttosto che privilegiare la corsa ai saldi con le amiche, proponiamo una bella passeggiata al parco, in abiti comodi e senza trucco, all’insegna della leggerezza.

E quale momento migliore per fare un sano decluttering se non proprio quello del rientro dalle vacanze? E allora dedichiamoci in questo tempo ad armadi e cassetti, troppo spesso pieni di un passato che non ci appartiene più ma che ci tiene imprigionati. Creare un spazio vuoto può far paura ma è sicuramente un primo importante passo verso una nuova vita all’insegna della leggerezza e della libertà!

 

Come è il tuo Lui in vacanza?

downloadLe vacanze sono alle porte.

Come si comporta il tuo Lui quando ha bisogno di rilassarsi? 

Vuole solo riposarsi, pur mantenendo una sana routine che lo faccia stare bene fisicamente e mentalmente? Oppure ama divertirsi e scatenarsi senza rispettare orari o diete?

Scopritelo sulla rivista Donna Moderna con un piccolo test ideato e realizzato dalla prof.ssa                                                                                Maria Beatrice Toro che   trovate da oggi in edicola!
uomo.jpg

Una precedenza non data. La rabbia che diventa incontrollabile e la tragedia. E’ ciò che è successo sulla rotatoria di Gravio di Condove ha perso la vita una giovane donna, Elisa Ferrero mentre il suo ragazzo Matteo Penna è in gravissime condizioni, in un incidente provocato da un altro uomo, Maurizio De Giulio che ha inseguito i due giovani in moto con l’intenzione di colpirli, per una precedenza non data. Si parla quindi di omicidio volontario.

E’ solo una delle tante tragedie che si verificano sulla strada. Ci chiediamo allora perchè chi è al volante spesso sviluppi tanta aggressività.

Ci troviamo di fronte ad un meccanismo psicologico di “disumanizzazione”- ci spiega la prof.ssa Maria Beatrice Toro-in cui l’Altro non viene più considerato un’interlocutore, ma piuttosto un competitore. Ed è per questo che alla guida alcune persone vengono invase da una rabbia e da un’aggressività che normalmente non fa parte di loro in altri contesti. Ma cosa fare per controllare queste emozioni esplosive? Sarebbe importante riuscire a spostare l’attenzione sull’Altro e non percepire ogni cosa come un’offesa personale- ci spiega la prof.ssa Toro. Dare inizio ad una discussione in strada può essere molto pericoloso:  può innescare un’escalation di toni e modi in cui, per la voglia ed il desiderio di vincere sull’altro possono essere messi in atto comportamenti violenti. Imparare a gestire la rabbia e sostenere un senso civico, in cui venga insegnato ai ragazzi che la strada è un bene comune, sono fondamentali per evitare altre tragedie stradali.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: