Maria Beatrice Toro

Psicologa Psicoterapeuta

Dove dormono i bambini? Affidamento condiviso. Idee e proposte a confronto

dove dormono i bambini

A volte le aspirazioni di poter incidere ed influenzare il lavoro di un  mondo “cieco e sordo alle aspirazioni dei più deboli” possono diventare realtà.
Nel mondo della tutela dei diritti, “il superiore interesse del minore” è un obbiettivo che, apparentemente, è in cima alle attenzioni di tutti coloro che si occupano della famiglia.
Nella realtà, nella pratica, mille piccoli vincoli, mille  lungaggini, e soprattutto una cultura ancora fondata sugli adulti, e le loro esigenze, rende, questo obbiettivo, non immediatamente raggiungibile.
Partendo da queste considerazioni  ed incontrando la professionalità, ma soprattutto la sensibilità, della Prof. Maria Rita Parsi è nata l’idea dar concretezza ad un “libro” che potesse dar  voce a chi non ne ha : i bambini, appunto.
Nel progettare “la riforma dell’affidamento”, attualmente all’esame del Senato, i loro interessi, la loro realtà abitativa, la loro sicurezza in caso di inadempimento,  sono  stati messi “in secondo piano”.
Questa pubblicazione,  che ha il pregio di mettere a confronto i diversi approcci del “problema dell’affido”, e riporta nella sua interezza il testo definitivo approvato dalla Camera nel mese di luglio, offre, a chi si occupa della materia, anche una nuova prospettiva di lettura : quella del punto di vista del figlio.
Tra due adulti in conflitto tra loro, i diritti del minore vengono molto spesso dimenticati, continuando nella integrazione delle due culture, quella giuridica e quella psicologica, un domani, non lontano, potrebbe non essere più così.
E’ questa la molla che ha fatto nascere l’idea di scrivere questo testo, essere “la prima testimonianza” di un nuovo modo di lavorare, attenti a non dimenticare che nei traumi del  piccolo di oggi ci sono le infelicità esistenziali  della donna e dell’uomo di domani .       
Ed un piccolo risultato, come si diceva in apertura,  è già stato raggiunto, come potrà vedere il lettore, nell’esaminare il  testo approvato dalla Camera dei Deputati lo scorso luglio, (ultimo capitolo del libro)  molte delle norme più rigide ed inaccettabili della proposta modifica, sono state riformulate, grazie all’approvazione di emendamenti che sono stati il frutto dell’opera di sensibilizzazione e di diplomazia che ha accompagnato l’intera stesura del libro.

 

Edizioni Interculturali, 2005

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: