Lui e la natura

downloadC’è chi ama il verde e la natura e chi preferisce la città con i suoi locali. Com’è il tuo lui?

Ama i paesaggi incontaminati, semplici e spontanei? Oppure preferisce la movida cittadina fatta di persone, musica e movimento?

Scoprilo con il test ideato e realizzato dalla prof.ssa Maria         Beatrice Toro sulla rivista Donna Moderna!

Risultati immagini per uomo immerso nella natura

 

Risultati immagini per uomo che balla in pub

Annunci

Come è il tuo Lui in vacanza?

downloadLe vacanze sono alle porte.

Come si comporta il tuo Lui quando ha bisogno di rilassarsi? 

Vuole solo riposarsi, pur mantenendo una sana routine che lo faccia stare bene fisicamente e mentalmente? Oppure ama divertirsi e scatenarsi senza rispettare orari o diete?

Scopritelo sulla rivista Donna Moderna con un piccolo test ideato e realizzato dalla prof.ssa                                                                                Maria Beatrice Toro che   trovate da oggi in edicola!
uomo.jpg

Il silenzio è sempre d’oro?

Di fronte alle situazioni più delicate siamo tentati di rimanere in silenzio e lasciar correre. Eppure, in alcuni casi, esporsi e dire ciò che si pensa può fare bene a noi stessi e agli altri.

Parlare è sempre più difficile che tacere – ci spiega la prof.ssa Maria Beatrice Toro in downloadun’intervista di Silvia Calvi sulla rivista Confidenze. Abbiamo spesso paura dei conflitti e facciamo di tutto per evitarli: per questo rimanere in silenzio sembra essere la soluzione più facile. Naturalmente, è importante il modo in cui ci si esprime- continua l’esperta- perchè bisognerebbe farlo a mente fredda per non rischiare di esplodere come una bomba e gettare accuse pesanti, difficilmente recuperabili.

Ma come comportarci nella vita di tutti i giorni? Meglio tacere o parlare in queste situazioni delicate?

Nei piccoli soprusi quotidiani (ad esempio per strada) è meglio parlare e prendere una posizione- ci spiega la prof.ssa Toro. L’importante è esprimersi con calma e senza aggredire l’altro. Restando in silenzio e girando la testa dall’altra parte, commetteremo un gesto di vigliaccheria che piano piano abbasserà la nostra autostima, facendo  crescere sensi di colpa e sensazioni di inadeguatezza.

E nella relazione di coppia? Molto spesso quando la donna ha dei sospetti che qualcosa non squillo_stanza_847710va preferisce tacere e confidarsi con le amiche. In questo modo, però, un fatto intimo e privato finisce per diventare un caso in cui ognuno deve dare il suo parere ed il suo consiglio. Sarebbe importante invece parlare- ci spiega l’esperta- ed approcciare il discorso con frasi che esprimano i propri sentimenti, in modo da permettere all’altro di fare lo stesso.

Lo stesso vale per il nostro mondo lavorativo, come quando  abbiamo la sensazione che i nostri sforzi non vengono riconosciuti dal nostro capo. Anche in questo caso è meglio parlare piuttosto che tacere- conclude la prof.ssa Toro. Non affrontare la situazione potrebbe far nascere in noi rabbia e rancore che potrebbero far diminuire la motivazione al lavoro. In questo modo potremmo iniziare a trascurare gli incarichi assegnati o a fare dei piccoli dispetti e ciò non porterebbe a nulla di buono.

Pertanto, parlando ed esprimendoci (sempre con modo e maniere) avremmo sicuramente dei risultati migliori.

Test: come reagisce il tuo lui alle critiche?

download

Su Donna Moderna un piccolo test metto a punto dalla professoressa Maria Beatrice Toro che ci permette di capire come reagisce il nostro partner alle critiche.

Chi abbiamo di fronte? Un uomo sicuro di sè che prende la critica semplicemente come un altro punto di vista, oppure un uomo più riflessivo che coglie la possibilità di migliorarsi, anche se ci rimane un po’ male?

Per scoprirlo consultate il test su Donna Moderna.

Il valore dei legami tra culture diverse

La prof..sa Maria Beatrice Toro è ospite della trasmissione “Dio li fa poi li accoppia” su TV2000 per parlarci del valori dei legami tra persone di culture diverse.

Nell’incontro fra mondi diversi, sono molti gli aspetti che possono creare difficoltà nella coppia, come la religione o il doversi scontrare con il rifiuto e la non accettazione della persona che si ama da parte della propria famiglia di origine.

D’altra parte, ciò che realmente conta – ci spiega la prof.ssa Toro- è che i due partner siano invece concordi sui temi caldi come quello della crescita e dell’educazione dei figli o la condivisione dei valori e gli obiettivi della famiglia che si sta formando.

 

La violenza del partner: da Tiziana a Ilenia

Su Radio Sonica il direttore Marco Fabriani intervista la prof.ssa Toro sui casi di violenza sulle donne da parte dei loro partner che si sono verificati nell’ultimo periodo.

Questa riflessione origina dai tentativi di Ilenia di messina, la ragazza sfigurata dall’acido che continua a difendere il suo fidanzato, proteggendo probabilmente, in questo modo, anche se stessa dalla possibilità di  dover ammettere di aver sbagliato tutto.

La prof.ssa Toro si concentra anche su un altro fatto di cronaca nera: la storia di Tiziana, la ragazza che si è suicidata dopo la diffusione in rete di alcuni suoi video. La sessualità riguarda la sfera del privato e la pubblicazione di queste immagini è stata un duro colpo per questa ragazza. Ciò che sarebbe necessario fare, in vicende come queste, è creare una rete sociale di sostegno che sia reale e che possa rappresentare un’alternativa alla rete virtuale.

Relazione di coppia:quando nasce veramente l’amore?

L’amore, quello autentico, nasce nella coppia solo quando i partner si mostrano per quello che sono realmente. Durante la fase di innamoramento, infatti, i due fidanzati cercano di mostrare le loro parti migliori, enfatizzando anche i pregi a discapito, ovviamente, dei difetti. Quando, successivamente, questa fase viene superata, i difetti iniziano ad emergere in entrambi…i membri della coppia possono decidere consapevolmente di amare anche i limiti del proprio partner e di iniziare a mostrarsi all’altro in modo autentico… è solo allora che nasce il vero amore!

L’amore – sostiene la Prof.ssa – non nasce rapidamente, è il compito di una vita, si scopre giorno dopo giorno, va coltivato, alimentato, ascoltato e praticato costanza e didezione cercando equilibri sempre nuovi e adattivi. Nelle coppie, inoltre, le discussioni, i litigi, sono elemento fondamentale. Proprio perchè la coppia si compone di due persone con temperamenti e caratteristiche personologiche diverse tra loro, è inevitabile che esse si scontrino su determinati aspetti di vita quotidiana. Il litigio è il sintomo di una coppia sana purchè si tratti di una discussione, anche se caratterizzata da toni di voce elevati o accompagnata da stati emotivi spiacevoli, costruttiva il cui scopo sia mettere pace, aiutare a trovare una soluzione, chiarirsi e che non sia una discussione mossa e mantenuta da rancori e recriminazioni.

Quanto esprimi le tue emozioni?

Esprimere un’emozione è come gettare un sasso nell’acqua: più si è vicini al punto di lancio, più intenso è il contraccolpo. Per questo, a volte, siamo più inclini a confidare quello che proviamo ad un estraneo piuttosto che alle persone che abbiamo più vicine.

Per scoprire in che modo riesci ad esprimere le tue emozioni con chi hai vicino la prof.ssa Maria Beatrice Toro ha ideato un test pubblicato su Donna Moderna, a cura di Silvia Calvi, se desideri farlo vai al link

Test: sai esprimere le tue emozioni con le persone che ami?

 

Le persone COMUNICATIVE non hanno problemi ad esprimere quello che sentono con le parole, ma anche con i gesti e con gli occhi: hanno bisogno di condividere tutto ciò che accade dentro e fuori. Nelle relazioni mostrano un po’ di esibizionismo tanto che con le persone meno intime cercano sempre la “frase ad effetto” piuttosto che dare più importanza alla sincerità. Sono molto brave ad ascoltare e a dare spazio alle emozioni dell’altro ma a volte la riservatezza non è garantita…

Le SINCERE sono, invece, molto istintive e dirette e anche quando sono sopraffatte da emozioni negative lo mostrano senza vergognarsi della propria fragilità. Per queste persone i sentimenti vanno dimostrati con i fatti e manifestano tutto quello che provano con gesti concreti. Sanno mantenere un segreto ma allo stesso tempo sono troppo rigide : non sanno mettersi nei panni dell’altro e fanno fatica ad accettare vedute differenti dalla propria finendo per emettere delle sentenze che frenano le persone care dal dire cosa realmente provano.

Infine, altre persone sono RISERVATE. Difficilmente esprimono ciò che sentono e cercano di fare tutto in totale autonomia. Sono disponibili e più tranquille quando sono gli altri ad aver bisogno di aiuto e per questo vengono considerate preziose ed affidabili. Ma non bisogna dimenticare che aprire il proprio cuore è un’esperienza che fa bene perchè tutti per essere felici abbiamo bisogno di qualcuno che ci stia vicino, ci capisca e ci dia il suo affetto.

I molti modi di essere “ex”…

FullSizeRender (31).jpg

Per scoprire il sapore del sentimento che ti lega alle tue vecchie storie la Prof.ssa Toro ha messo a punto un breve test, pubblicato sulla rivista Donna Moderna.

Quando un amore finisce e si chiude una storia sono diversi i comportamenti che le donne possono mettere in atto. Ci sono donne che quando chiudono una relazione lo fanno con decisione e determinatezza, tagliano tutti i ponti di possibile collegamento con l’ex partner poichè temono di farsi del male inutilmente procastinando il dolore per la rottura. Questo atteggiamento, sostiene la prof.ssa, potrebbe celare una insicurezza e porsi come una difesa, non serve erigere muri se veramente “lui” non conta più nulla.

Altre donne comprendono e giustificano la fine della storia attribuendo delle possibili colpe anche a se stesse, riescono a superare il dolore dei primi giorni e iniziano a creare il terreno per continuare a mantenere un amicizia, cercano di riallacciare i rapporti con il vecchio partner per non rinunciare alla confidenza e all’intimità che avevano instaurato anche se sono consapevoli che l’amore è finito e, quando questo si fidanza con un altra persona, sono felici per lui. Sicuramente questo è un approccio positivo  ma non bisogna mai esagerare con un eccessiva presenza nella vita di chi hai amato poichè questa eccessiva vicinanza potrebbe precludere la possibilità di fare nuovi incontri e innamorarsi di nuovo.

Infine ci sono le ex malinconiche, quelle che non riescono a non essere nostalgiche per l’assenza della persona con cui sono state un tempo felici. Forse questa malinconia, spiega la prof.ssa, rivela qualche senso di colpa  verso l’ex ( o gli ex) per non essere stata all’altezza della relazione . Ma proprio l’aver compreso gli errori commessi aiuterà a non ripeterli in futuro per poter finalmente guardare avanti, senza perdersi nel continuo confronto tra le nuove conoscenze ed il vecchio fidanzato.

 

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: