Maria Beatrice Toro

Psicologa Psicoterapeuta

Non chiamatemi eroe: ho fatto quello che sentivo giusto

Posted by Maria Beatrice Toro su 20 gennaio 2015

Si parla di eroi e di gesti straordinari alla trasmissione di TV2000 “Bel tempo si spera”,

Lucia Ascione intervista Maria Beatrice Toro.

Si prende spunto dall’eroico gesto del ragazzo che lavorava come commesso nell’ormai conosciuto negozio ebraico di Parigi, scenario dell’assalto terroristico, che grazie al suo gesto ha salvato la vita a sei persone che si trovavano nel negozio in quel tragico momento e ha dato indicazioni alle teste di cuoio per mettere in salvo gli ostaggi.

Si tratta realmente di eroi oppure l’essere umano è diventato talmente egoista fintanto che questi gesti ci sembrano così eccezionali?

Secondo la Prof.ssa eccezionale è stata la capacità, la lucidità di questo ragazzo di compiere questo impagabile gesto senza farsi sopraffare dal panico. L’eroe è di fatto una persona coraggiosa che agisce per gli altri, oltre che per se stesso! E diventa un modello positivo per tutti.

La qualità umana dell’eroe è fondamentale, saper provare empatia verso uno sconosciuto e salvarlo, o aiutarlo, denota l’umanità dell’eroe. Anche la paura e la vulnerabilità sono caratteristiche importanti; senza la paura ci sarebbe l’incoscienza, più che il coraggio. E senza un elemento di vulnerabilità ci sarebbe… il supereroe. L’eroe, al contrario, ha sempre un suo “tallone d’Achille”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: