Ancora dubbi sull’omicidio di Avetrana

A due mesi dalla morte di Sarah Scazzi continuano a rincorrersi ipotesi e versioni che sembrano offuscare più che svelare la verità cui questa ragazza ha diritto. Lo scarico totale di responsabilità, le accuse che cambiano, le dichiarazioni ritrattate, le strategie difensive degli imputati rendono sempre più difficile, al di là della cronaca, recuperare il senso di un omicidio e il suo movente.
Alla psicologia non può sfuggire il fatto che, evidentemente, Sarah era diventata l’elemento che minava equilibri patologici famigliari. Era, forse, l’ossessione ricorrente in fantasie morbose di dominio, vendetta, rivalsa. E nessuno ha saputo proteggerla.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: