Viaggio mentale nel tempo: dal “qui e ora” al “lì e allora”

Mindfulness

“È una ben povera memoria quella che funziona solo all’indietro.”  L.Carroll

reginarossa

Nel mondo di Wonderland sono molti i personaggi che si fanno beffe del tempo: la malvagia Regina rossa preferisce ricordare il futuro, piuttosto che limitarsi a stare sulle rive del fiume del tempo passato.  Il gusto del paradosso logico di Lewis Carroll, oltre alla sua straordinaria fantasia, ci guidano in un viaggio alla scoperta della straordinarietà che soggiace al tempo ordinario. Il tempo psicologico, infatti, così come ce lo consegna la nostra esperienza, è un processo meno lineare di quello definito dalla fisica classica; il senso del tempo ha natura variabile, elastica, estendendosi dalla dilatazione del presente nelle esperienze di flow, in cui siamo così immersi nell’attività da non renderci conto del trascorrere delle ore, alla lentezza estrema ed estenuante di giornate lunghe, segnate dalla spiacevolezza o dalla noia.

In modo intuitivo, ci rendiamo conto di quanto la…

View original post 521 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: